Grande successo dell’iniziativa “Dona un libro all’ora del te”

(raccolti e donati 750 libri)
Antonelli ha concluso con un inaspettato successo il suo progetto fortemente dedicato al territorio, che ha coinvolto le lettrici e i lettori in un originale gesto di solidarietà e gusto.

In occasione del lancio sul mercato di Tè e Ti, la sua nuova linea di tè e tisane disponibili da ottobre 2011 nei bar e locali rivenditori della gamma Antonelli, l’azienda ha ideato un progetto destinato a favorire e diffondere la lettura.
Dal 1 febbraio al 31 marzo 2012 in tredici bar e caffè della provincia di Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, e Bologna, tutti coloro che hanno consegnato al titolare un libro in buone condizioni di conservazione hanno ricevuto in omaggio la degustazione di una tazza di tè o tisana Antonelli. Non si è trattato, però, di un semplice scambio: al termine dell’iniziativa, tutti i 750 libri raccolti sono stati inventariati, catalogati e contrassegnati con il logo dell’iniziativa al fine di essere donati all’Ospedale di Macerata e all’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I – Lancisi- Salesi di Ancona.

L’Ospedale di Macerata, ha scelto di destinare la donazione all’Unità Operativa di Oncologia e al Day hospital di Ematologia di recente inaugurazione, per affiancare alle prestazioni ed ai servizi di altissimo livello anche una biblioteca a disposizione di degenti e familiari, una piccola risorsa capace di offrire sollievo e distrazione durante le lunghe e spesso logoranti attese.

La Fondazione degli Ospedali Riuniti di Ancona, che ha, anch’essa, accolto con favore l’iniziativa di Antonelli, ha scelto di inserire la donazione all’interno del progetto “ Umanizzazione e benessere delle cure oncologiche”, che è nato con l’obiettivo ambizioso di far sì che chi afferisce a questo Ospedale possa trovare, non solo un percorso di cure mediche specialistiche di eccellenza per contrastare la malattia, ma anche conoscere ed imparare ad usare tutti quegli strumenti necessari per poter continuare ad avere una buona qualità di vita durante le cure.
I libri donati saranno inseriti nella biblioteca del Dipartimento di Oncologia e Ematologia che insieme alla Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona sta realizzando uno spazio, dove i pazienti e i loro familiari possano sentirsi accolti e prendersi cura del loro corpo e delle loro emozioni.

Il progetto di Antonelli è risultato davvero unico nel suo genere, capace di unire il bookcrossing (iniziative che portano i libri nei luoghi pubblici), l’etica consapevole e il desiderio di relax e serenità: un tè e un libro preso da una vera biblioteca nata grazie alla generosità di tanti cittadini

[nggallery id=6]